PODELI

Ako bi vam neko pomenuo italijanski epic metal bend, ako pratite evropsku metal scenu, prvo biste pomislili na Rhapsody.

Vidi se da su i momci iz Steel Violin imali upravo njih kao uzore.

Brzi ritmovi, česti prelazi na bubnju, teški rifovi praćeni klavirom odlično su uklopljeni u karakterističan zvuk epic metala. Zaista na momente zvuče kao kamerni orkestar, pogotovo deonice u kojima su samo klavijature i vokal, a onda se uključi i ostatak benda i pesma dobije onu neku žicu, koju ljubitelji ove vrste muzike i traže u pesmama. Po nekim delovima podsećaju malo na Blind Guardian, kad je u pitanju monumentalnost zvuka, dok se negde mogu primetiti i deonice koje podsećaju na keltske tradicionalne pesme.

Iz dramatičnog introa izbija prva pesma “Crying sword”, koja je brza i kompleksna i oličenje je toga kako jedna power epic metal pesma treba da zvuči.

Druga pesma, “Fire in your eyes”, malo spušta ritam i akcenat stavlja na tehničke mogućnosti članova benda, melodičnija je od prve pesme i više je epic nego power metal.

Treća pesma, “The oak tree”, bi mogla biti zaključak cele priče. Predstavlja smenjivanje sporijih, samo klavijatura i vokal, i bržih delova, što joj daje na dinamici.

Kao poslednja numera na EP-u, našla se “Fire in your eyes” (Voice and Orchestra version), u kojoj je bend pokazao da bi njihova muzika mogla biti odlična i bez gitara i ritam sekcije, što je, bar po mom mišljenju, veliki plus.

Pomenuo sam na početku da je uočljivo da su momci kao uzore imali Rhapsody, ali bih dodao da je to najviše zbog italijanskog naglaska i visokog vokala. Čak i da je u pitanju pokušaj kopije Rhapsody-a, Steel Violin je odradio odličan posao i svakako su vredni slušanja.

Steel Violin – recensione

Se qualcuno accena il gruppo italiano epic metal, e se segue la scena metallo europea, prima si potrebbe pensare che la Rhapsody. Si può notare che i ragazzi di Steel Violin semplicemente hanno avuto loro come modelli di ruolo. Ritmi veloci, frequenti passaggi di batteria, riff pesanti accompagnati da pianoforte perfettamente integrato nel suono caratteristico di epic metal. In effetti a volte il loro suono é come una un’orchestra da camera, in particolare la sezione di tastiere e la voce, e dopo la unione del resto del gruppo, la canzone prende quel filo che i fan di questo genere di musica cercano nelle canzoni. In alcune parti assomigliano ai Blind Guardian, quando si tratta di suono monumentale, e da qualche parte posso vedere le sezioni che assomigliano a canti tradizionali celtici.

Dal drammatica introduzione emerge la prima canzione “Crying sword”, complessa e veloce, la personificazione di come un brano power epic metal dovrebbe suonare.

La seconda canzone, “Fire in your eyes”, riduce un po il ritmo e mette l’accento sulle capacità tecniche dei membri della band, è più melodica dalla prima ed è più epic che power metal.

La terza canzone, “The oak tree”, potrebbe essere la conclusione della storia.

Rappresenta la sostituzione delle lenti, solo tastiere e la voce, con le parti più veloci, che dà la dinamica. Come l’ultimo brano del EP si trova “Fire in your eyes” (Voice and Orchestra version), dove la band ha dimostrato che la loro musica potrebbe essere grande senza la chitarra e la sezione ritmica, che è, almeno a mio parere, un grande vantaggio.

Ho detto all’inizio che è evidente che i ragazzi avevano Rhapsody come modelli di ruolo, ma vorrei aggiungere che questo è dovuto principalmente alla accento italiano e voce elevata. Anche se sembra un tentativo di copiare Rhapsody, Steel Violin hanno fatto un’ ottimo lavoro e sono certo che vale la pena ascoltarli.

Autor/Autore: Stefan Nedeljković 

Prevod/Traduzione: Ivana Đukić

 

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.